Posts Tagged ‘web’

Plone Cathedral Sprint, perchè il diavolo è nei dettagli..

19 marzo 2010

I fortunati sprinter si sono goduti la settimana appena passata a Colonia, in Germania, concentrati a migliorare Plone in occasione dello Sprint della Cattedrale.

Tantissimo lavoro è stato fatto, e grazie ad Eric Steele, release manager di Plone 4, per l’occasione volato a Colonia, ne abbiamo le prove!

Non sono state affrontate problematiche di ampio respiro, ma una serie di dettagli, il cui miglioramento può enormemente aumentare l’usabilità di Plone.

Vedere per credere! Iniziamo con il nuovo motore per i commenti, plone.app.discussion, che Timo Stollenwerk sta migliorando sempre di più:

[blip.tv ?posts_id=3385065&dest=-1]

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Vuoi fare un giro con Plone 4? niente di più semplice!

18 marzo 2010

I tecnici hanno bisogno di installare Plone sulla loro macchina, devono poter vedere come sono fatte le cose, metterci mano in profondità. Per questo non saranno molto interessati a questo post…

Ma molti utilizzatori finali di Plone, reali o potenziali, vogliono rapidamente farsi un giro per capire cosa Plone può fare per loro!

Così, dopo anni che spingo su questa cosa, finalmente i miei colleghi di Abstract mi hanno accontentato, mettendo online un Plone base accessibile a chiunque: http://plone4.abstract.it.

Non c’è più bisogno di procurarsi un PC, installarci Plone, capire cosa bisogna fare per accedere al servizio.. e questo è vero anche per i tecnici! Sono certo che capiti a tutti di trovarsi al PC di qualche collega/amico/parente/.. a cui vorremmo mostrare la bellezza di Plone, in modo che si renda conto di cosa gli stiamo raccontando. Ebbene, ora dovrebbe essere banale farlo giocare con l’ultimissima versione.

L’impegno di Abstract sarà di evitare ogni abuso, e di tenere aggiornata l’installazione in modo da avere sempre online l’ultima release di plone 4.

Buon Plone a tutti! 🙂

Transmogrifier: una catena di montaggio per generare contenuti

28 febbraio 2010




(immagine da: http://waxinandmilkin.com/post/148087178/velma-by-quickhoney)

Plone 4 è alle porte e alcuni siti potranno essere rapidamente aggiornati con gli script di migrazione rilasciati con Plone (anzi, affrettatevi a provare la migrazione del vostro portale! eventuali problemi segnalati in questa fase potrebbero essere risolti direttamente dai core developer, senza alcun dispendio di energie da parte vostra :)).

In altre situazioni, dove la versione di partenza di Plone è troppo vecchia, o dove sono state operate delle personalizzazioni spinte, gli script di migrazione (cfr. http://plone.org/documentation/faq/upgrade-plone) di Plone non basteranno.. cosa fare?

Transmogrifier (http://pypi.python.org/pypi/collective.transmogrifier) potrebbe essere la risposta più corretta e “divertente“… 😀

Per capire di che si tratta immaginate una catena di montaggio, in cui entrano dei pezzi che lungo la catena vengono trasformati fino ad ottenere il prodotto finito. Se ci state pensando, è esatto: sebbene sia nato per importare contenuti in Plone, nessuno impedisce di usarlo come modulo python puro per quello che ci serve. Di fatto in questo articolo annoto alcune considerazioni relative alla migrazione di contenuti da un vecchio sito Plone ad uno di nuova generazione.

Leggi il seguito di questo post »

Plone pitch con Prezi

4 febbraio 2010

Vi chiederete se il titolo non sia uno sciogli-lingua..

NON lo è! 😀

Un pitch (o elevator pitch) è tipicamente una presentazione fulminea di un concetto/prodotto/servizio fatta nello spazio di una “salita in ascensore” appunto.

Prezi è un nuovo modo di costruire presentazioni, e Karl Horak ne ha prontamente fatto uso per ottenere questo risultato, che per ora mi sono limitato a tradurre in italiano.

presentazione di Plone in italiano
http://prezi.com/axvacphrzvju/view

Leggi il seguito di questo post »

Simposio Plone e Sprint a Sorrento!

1 febbraio 2010

Sono lieto di invitare tutti quelli che conosco (e che non conosco) a Sorrento per la settimana del 26 – 30 Maggio prossimi: Abstract organizza le cinque giornate ploniste di Sorrento, e sono sicuro che non ve le vorrete perdere!

Si inizia con il Simposio vero e proprio, che vede una quota di partecipazione piuttosto bassa per la splendida cornice in cui si svolge: due giorni di talk (26 – 27 Maggio) in cui si parlerà di Plone, dei casi di suo utilizzo reale, del suo futuro. I migliori relatori del mondo Plone europeo saranno presenti: potremo scambiare con loro le nostre idee e fare tutte le domande che ci passano per la testa.

Si chiude in bellezza con tre giorni di Sprint (28 – 30 Maggio: Iscriviti!), un ottimo modo per mettere mano al codice, ma anche per conoscere gli altri sviluppatori, per approfondire problematiche che ci stanno a cuore e, perchè no, per divertirsi!! Chi ha già partecipato non vorrà mancare, e chi non ha ancora avuto occasione, non si lasci scappare questa!

Approfitto per ricordare che allo sprint non c’e’ spazio solo per super tecnici, chiunque è ben accetto: c’è sempre qualcuno disponibile a dare spiegazioni, a far vedere come si fanno le cose, a discutere sugli argomenti che più ci stanno a cuore; inoltre è un modo perfetto per sperimentare nei giusti tempi le tecniche agili di extreme development e management in una situazione reale, applicandole allo sviluppo, ma anche al testing e alla documentazione.

Insomma, ci vediamo a Sorrento!

Plone Italia media partner di Better Software!

22 gennaio 2010

Plone Italia è Media Partner di Better Software 2010, e dal mio punto di vista la cosa è piuttosto naturale.

I primi passi nel mondo dell’Open Source li ho mossi scoprendo Zope. Poco dopo ho incontrato Plone, e mi sono innamorato: nel 2002, Plone era un prodotto innovativo, caratterizzato da scelte coraggiose e lungimiranti (una su tutte: la sua interfaccia utente accessibile e basata su CSS).

Plone e la sua Comunità sono sensibili e partecipi ai principi che ispirano Better Software, e, il 5 e 6 Maggio 2010 a Firenze, possono portare il loro contributo a questo evento raccontando la loro storia di successo!

Leggi il seguito di questo post »

Quale strumento per costruire il nostro CMS? Django vs. Plone

7 gennaio 2010

Da qualche anno Plone è il fulcro del mio lavoro quotidiano, e da qualche tempo sono in incursione nel mondo di Django sulla scia del successo che sta ottenendo.

Django (http://www.djangoproject.com/) è un web framework scritto in Python nato nel 2005 dal team di sviluppo web di una compagnia editoriale del Kansas, che ha accettato le richieste dei suoi tecnici di rilasciare le loro librerie con licenza open source.

Python (http://python.org) offre moltissime librerie per lo sviluppo di applicazioni web, e in tale categoria Django si è conquistato una sua posizione di eccellenza. Tuttavia, da plonista incallito, non mi era semplice comprenderne i motivi e le prerogative.
Per questo nelle ultime settimane ho iniziato a dedicare ritagli di tempo allo studio di Django e del suo ecosistema.

In questo post annoto una serie di considerazioni da usare in ordine sparso, confrontando Plone con Django da vari punti di vista, e spesso dicendo cose ovvie (o forse non troppo).

Prima cosa ovvia: confrontare Plone con Django non ha molto senso! 🙂

Leggi il seguito di questo post »

Plone Conference a Budapest!!

29 ottobre 2009

La Plone Conference è partita ieri nel migliore dei modi qui a Budapest!

Buona parte delle lamentele si concentrava sul fatto che nell’edificio che ci ospita facesse troppo caldo 😉

Il programma di quest’anno è molto valido, e piuttosto interessanti sono buona parte delle sessioni!

Date uno sguardo al programma: http://ploneconf2009.org/program/talks.

E date uno sguardo ai talk! sono tutti in streaming, e presto saranno disponibili le versioni finali dei video con le slide: http://mrtopf.de/blog/plone/plone-conference-live-streams

Leggi il seguito di questo post »

Diventare emettitori: i canali di comunicazione del web nel 2009

6 luglio 2009

Il web NON è la televisione, non bisogna essere ricchi imprenditori per permettersi di dire cose interessanti. Tuttavia le statistiche parlano chiaro: solo una minima percentuale degli utenti del web contribuiscono a loro volta ad incrementarne i contenuti!

Questo vale se si parla di blog, di wikipedia o anche di twitter, la chat globale selettiva del momento. Poco male, se quanto non pubblicato appartiene alla sfera del ludico e del personale, ma molto male se chi ha informazioni interessanti se le tiene per sé!

Tanto peggio per chi si occupa di tecnologie aperte: in ambito “chiuso” a volte si vive reinventando la ruota, ma nel caso di buon open source, meno si disperdono le energie e meglio è per tutti! Chiunque dispone di informazioni utili derivanti dal suo lavoro dovrebbe cercare di trasmetterle!

Leggi il seguito di questo post »