Posts Tagged ‘strumenti’

World Plone Day a Macerata, pubblicato il programma

31 marzo 2010

Il prossimo 28 Aprile l’Università di Macerata, da anni felice utilizzatore di Plone per i suoi portali pubblici e non, organizza il World Plone Day locale.

Chiaramente sono felicissimo, tanto che, grazie ad Abstract, ho potuto aiutare i ragazzi di UniMC nell’organizzazione.

Il programma è finalmente pubblico, e lo trovate qui:
http://www.unimc.it/ciem/notizie/world-plone-day-28-aprile-2010-a-unimc

Il pomeriggio sarà dedicato a un open space incentrato sulle tematiche della condivisione e pubblicazione online dell’informazione. Per proporre argomenti o vedere quelli già proposti: http://etherpad.com/wpd-unimc.

Non siete a Macerata, ma volete comunque partecipare?
http://plone.it/diffondi/comunicati/world-plone-day-2010-vieni-a-conoscere-plone

Annunci

Plone Cathedral Sprint, perchè il diavolo è nei dettagli..

19 marzo 2010

I fortunati sprinter si sono goduti la settimana appena passata a Colonia, in Germania, concentrati a migliorare Plone in occasione dello Sprint della Cattedrale.

Tantissimo lavoro è stato fatto, e grazie ad Eric Steele, release manager di Plone 4, per l’occasione volato a Colonia, ne abbiamo le prove!

Non sono state affrontate problematiche di ampio respiro, ma una serie di dettagli, il cui miglioramento può enormemente aumentare l’usabilità di Plone.

Vedere per credere! Iniziamo con il nuovo motore per i commenti, plone.app.discussion, che Timo Stollenwerk sta migliorando sempre di più:

[blip.tv ?posts_id=3385065&dest=-1]

Leggi il seguito di questo post »

Transmogrifier: una catena di montaggio per generare contenuti

28 febbraio 2010




(immagine da: http://waxinandmilkin.com/post/148087178/velma-by-quickhoney)

Plone 4 è alle porte e alcuni siti potranno essere rapidamente aggiornati con gli script di migrazione rilasciati con Plone (anzi, affrettatevi a provare la migrazione del vostro portale! eventuali problemi segnalati in questa fase potrebbero essere risolti direttamente dai core developer, senza alcun dispendio di energie da parte vostra :)).

In altre situazioni, dove la versione di partenza di Plone è troppo vecchia, o dove sono state operate delle personalizzazioni spinte, gli script di migrazione (cfr. http://plone.org/documentation/faq/upgrade-plone) di Plone non basteranno.. cosa fare?

Transmogrifier (http://pypi.python.org/pypi/collective.transmogrifier) potrebbe essere la risposta più corretta e “divertente“… 😀

Per capire di che si tratta immaginate una catena di montaggio, in cui entrano dei pezzi che lungo la catena vengono trasformati fino ad ottenere il prodotto finito. Se ci state pensando, è esatto: sebbene sia nato per importare contenuti in Plone, nessuno impedisce di usarlo come modulo python puro per quello che ci serve. Di fatto in questo articolo annoto alcune considerazioni relative alla migrazione di contenuti da un vecchio sito Plone ad uno di nuova generazione.

Leggi il seguito di questo post »

ERP con Plone..

12 febbraio 2010

Fabrizio ha lanciato un ottimo stimolo, anche se ancora da sviluppare: quando usare Plone per risolvere alcune delle funzioni tipiche di un ERP (http://redomino.com/it/labs/blog/fabrizio-reale/plone-erp).

In merito ho qualcosa da dire, ma voglio farlo con calma, non in questo post (tanto per capirci, da tempo ho “in canna” di parlare di Case Management con Plone, che copre una parte delle proposte di Fabrizio… piano piano ;)).

Piuttosto volevo rispondere organicamente al commento di Andrea, che quoto nella sua chiosa:

secondo te Plone può essere usato, oltre alla gestione documentale, anche per la gestione delle attività come emissione fatture, ddt, ordini etc… ?

Quello che io intendo e avere un sistema in cui collaboro alla vita aziendale (CMS puro e semplice), gestisco i servizi con i clienti (trouble ticket), amministro i miei servizi, fatturo ai clienti, emetto ordini ai fornitori, ddt per i tecnici.

Non capisco perché queste operazioni vengano definite da molti sviluppatori Plone come troppo complesse per un CMS, e parlo anche a livello di costi di sviluppo. Scusa ma con PHP queste cose si fanno da anni, a costi decenti e molto inferiori rispetto a soluzioni Plone o JSP.

Be’, ho due cose da dire a riguardo.

Leggi il seguito di questo post »

ZopeSkel e lo sviluppo di pacchetti Plone

4 febbraio 2010

OK, dopo diversi post lisci lisci torno a qualcosa di piuttosto tecnico: ZopeSkel è da poco uscito in versione 2.15, e, sebbene non si tratti di una major release, il changelog riporta un bel po’ di novità.

Prima di tutto: che cavolo è ZopeSkel?!

Si tratta di uno strumento piuttosto irrinunciabile per chi sviluppa estensioni Plone nel 2010. Perciò se lo usate non avete bisogno di ulteriori chiarimenti. Se invece non lo state usando, fareste bene a chiedervi “perchè?!”.

Dall’help di ZopeSkel:

This script allows you to create basic skeletons for plone and zope products and buildouts based on best-practice templates.

Leggi il seguito di questo post »

Quale strumento per costruire il nostro CMS? Django vs. Plone

7 gennaio 2010

Da qualche anno Plone è il fulcro del mio lavoro quotidiano, e da qualche tempo sono in incursione nel mondo di Django sulla scia del successo che sta ottenendo.

Django (http://www.djangoproject.com/) è un web framework scritto in Python nato nel 2005 dal team di sviluppo web di una compagnia editoriale del Kansas, che ha accettato le richieste dei suoi tecnici di rilasciare le loro librerie con licenza open source.

Python (http://python.org) offre moltissime librerie per lo sviluppo di applicazioni web, e in tale categoria Django si è conquistato una sua posizione di eccellenza. Tuttavia, da plonista incallito, non mi era semplice comprenderne i motivi e le prerogative.
Per questo nelle ultime settimane ho iniziato a dedicare ritagli di tempo allo studio di Django e del suo ecosistema.

In questo post annoto una serie di considerazioni da usare in ordine sparso, confrontando Plone con Django da vari punti di vista, e spesso dicendo cose ovvie (o forse non troppo).

Prima cosa ovvia: confrontare Plone con Django non ha molto senso! 🙂

Leggi il seguito di questo post »

Document Management con Plone 4

10 dicembre 2009

Perchè Plone non viene riconosciuto come un valido sistema di gestione documentale out-of-the-box?
Vari potrebbero essere i motivi, ma eccone un paio su tutti:

  • i file binari dei documenti da gestire vanno ad ingrossare il DB a oggetti che supporta Plone (lo ZODB di Zope);
  • la tecnologia di indexing e searching viene percepita come non sufficiente a rispondere ad esigenze di livello enterprise (per capirci, migliaia di documenti di tipo office).

Bene: è ora di cambiare idea!!!

Plone 4 (attualmente in fase alpha avanzata) è alle porte con una serie di novità stimolanti!

Leggi il seguito di questo post »

Tabelle HTML senza scrivere HTML: z3c.table

28 agosto 2009

Magari qualcuno non è troppo convinto di aver bisogno di una libreria python per costruire e gestire tabelle HTML, ma quando è uscito il pacchetto plone.z3ctable mi sono ricordato della possibilità che offre z3c.table.

All’inizio pensavo fosse una cosa complessa e tutto sommato inutile (posso fare tutto quel che serve in una browser view, giusto? :)), ma uno sguardo alla documentazione mi ha convinto a provarlo.

Cosa offre il pacchetto in sintesi:

  • tabella e colonne sono classi python
  • colonne sono adapter (possono comparire/scomparire/cambiare in base al context, alla request, all’interfaccia della tabella)
  • non c’è una skin di base, ma in modo banale si possono associare classi CSS a qualsiasi tag della tabella
  • i record sono calcolati in modo automatico a fronte di oggetti che presentano l’interfaccia IContainer (cartelle) ma anche su un contesto di puri dati (una lista di dizionari, ad esempio)
  • gestione del batch per la navigazione di tabelle con molte righe
  • separazione tra rendering della tabella e del batch

Leggi il seguito di questo post »